04. NOVARA: TRA COLLINE, VIGNETI E TERRE DI RISAIE

NOVARA, TRA COLLINE, VIGNETI E TERRE DI RISAIE


1° giorno.  Mattino: incontro con la guida e visita di Novara. Il nostro itinerario parte dalle Mura Romane e prosegue con la cinquecentesca Basilica di San Gaudenzio, sovrastata dalla Cupola Antonelliana realizzata da quell’Alessandro Antonelli celebre per aver progettato la Mole di Torino. Sul nostro percorso, dopo la Chiesa di San Marco, incontriamo il complesso del Broletto che comprende: il  Palazzo dell’Arengo ( XIII° sec.), il Palazzo del Podestà ( XV° sec.), il Palazzotto dei Paratici (XIII° sec.) con l’antistante loggetta settecentesca, ed infine il Palazzo della Referendaria ( XIV° - XV° sec.). Dalla medioevale  Piazza delle Erbe, cinta da case porticate, arriviamo in Piazza del Duomo. Costruito su disegno dell’Antonelli a metà dell’ottocento,  conserva al suo interno molte opere d’arte. La passeggiata comprende inoltre uno sguardo alla Torre di Palazzo Natta, una visita al chiostro della Canonica e al Castello Visconteo. Pranzo in ristorante.

Pomeriggio: partenza per Galliate  e  visita del suo  castello, sicuramente  il più imponente del territorio novarese, costruito in stile  fiammingo. Le sue origini risalgono al X° secolo, ma è intorno al 1400 che assunse l’aspetto attuale. Al termine della visita proseguimento per Oleggio per la visita del Museo Civico Etnografico. Tra le numerose sale allestite, che conservano la memoria di attività in parte scomparse,  troviamo le botteghe  del bottaio e  del carradore oltre ad  una tipica imbarcazione da fiume utilizzata sul Ticino. Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno.  Mattino: incontro con la guida e partenza per l’itinerario che si snoda lungo le colline novaresi tra ampi vigneti DOC e storiche località. Sosta a Boca per la visita del Santuario e a Romagnano Sesia per la Cantina dei Santi, un fabbricato seminterrato ( un refettorio o forse una cella sepolcrale), che conserva un importante ciclo di affreschi risalenti al XV° secolo. Proseguimento per Ghemme, città natale dell’architetto Antonelli che qui ha realizzato una delle sue opere più monumentali, lo Scurolo della Beata Panacea. Visita del ricetto (antica fortezza difensiva) all’interno del quale verrà offerta una degustazione del famoso vino di Ghemme. Pranzo in ristorante tipico. Pomeriggio partenza per San Nazzaro Sesia e visita dell’Abbazia benedettina fortificata fondata nel 1040; il più importante complesso abbaziale di tutto il Novarese con il chiostro e affreschi del tardo quattrocento. Al termine visita del Museo “Terre di risaia” con foto e attrezzi che spiegano il lavoro delle mondine. (In alternativa visita ad una azienda che produce riso o a seconda della stagione, ad una risaia). Cena e pernottamento in hotel.