16. VENEZIA E LE VILLE VENETE

VENEZIA E LE VILLE VENETE

Mattino: incontro con la guida. L'itinerario inizia con la visita al Museo Navale. Negli antichi granai della Repubblica si possono ammirare splendidi modelli di barche usate sia in laguna che nei mari per scopi militari e commerciali. Sosta all’esterno dell’Arsenale, antica testimonianza del potere della Serenissima , con la maestosa Porta di ingresso (Porta Magna) realizzata nel tardo quattrocento con i bottini di guerra. Si prosegue poi per la Chiesa di San Francesco della Vigna che sorge sulle vigne che Marco Ziani, nel 1253, offrì ai frati francescani per costruire chiesa e monastero. La chiesa venne ricostruita da Jacopo Sansovino nel 1534. La facciata è di Andrea Palladio; a fianco della chiesa si trova lo slanciato campanile di Bernardo Ongarin (1581), uno dei più alti di Venezia. Infine si giunge alla Scuola di San Giorgio degli Schiavoni, testimonianza storica ed artistica della presenza straniera a Venezia, in particolare quella delle popolazioni dalmate. La Scuola è decorata internamente dai capolavori di Vittore Carpaccio. Per finire la Chiesa di San Zaccaria. La sua costruzione risale all’IX° secolo e da allora, ha subito diversi rimaneggiamenti. La sovrapposizione e la ristrutturazione della chiesa sono ancora ben visibili nella cripta del X° secolo, esistente sotto la cappella di San Tarasio. Ricchissimo l'interno, con pregevoli opere d'arte. Pranzo in ristorante. Pomeriggio visita delle Gallerie dell’Accademia. Il complesso della Carità, sede delle Gallerie, è formato dalla chiesa, dal convento e dalla scuola, tutti costruiti all'inizio del XV° secolo. La Galleria raccoglie tesori artistici di inestimabile valore, ed è da sempre considerata una delle più importanti pinacoteche al mondo. Cena e pernottamento in hotel. 

Mattino: incontro con la guida e partenza in pullman privato per Strà. Visita di Villa Pisani, nota come la piccola Versailles italiana, che conserva magnifiche decorazioni nelle sale interne, eseguite dai più celebri pittori veneti del XVIII° secolo. Il soffitto del salone da ballo è opera del Tiepolo. Al termine imbarco sul burchiello e navigazione sul fiume Brenta. Sosta a Dolo per la visita ai Molini ad acqua del XVI° secolo, significativa testimonianza delle più antiche tradizioni della cultura veneta. Degustazione di prodotti tipici. Pranzo a bordo a base di pesce. Nel pomeriggio visita facoltativa di Villa Barchessa Valmarana, dimora estiva della nobile famiglia vicentina, ancora riccamente arredata . Proseguimento della navigazione tra paesi e ponti girevoli con illustrazione delle varie ville viste dal fiume. Sosta per la visita della meravigliosa Villa Foscari detta “La Malcontenta” progettata nel 1560 da Andrea Palladio. Risaliti a bordo della motonave si proseguirà la navigazione sino al bacino di San Marco. Sbarco a Fusina e rientro in hotel per la cena e il pernottamento.