08. VARESE: LE PIETRE DELLA STORIA

VARESE: LE PIETRE DELLA STORIA


1° giorno.  Mattino: incontro con la guida e partenza per Castelseprio,  antico “castrum “ longobardo. Dopo sette secoli di abbandono, nel  1944  vennero  riportati alla luce gli affreschi bizantini di Santa Maria Foris Portas. Dopo la visita si prosegue per Torba con il suo complesso monastico risalente al V/VI° secolo , oggi proprietà del FAI (Fondo per L’ambiente italiano) che ne ha curato il restauro. Nella torre sono conservati rari e importanti affreschi della fine dell’VIII° secolo. Pranzo in ristorante. Pomeriggio visita di Castiglione Olona, isola toscana in terra lombarda. Di pregevole importanza il Palazzo del cardinale, al cui interno sono visitabili la cappella, la camera da letto e lo studio del cardinale dove è conservato un affresco attribuito a Masolino da Panicate. Di fronte al Palazzo inizia la salita che porta alla Collegiata, costruita sul luogo ove sorgeva l'antica rocca. Poco distante  la chiesa, con la facciata ispirata allo stile del Brunelleschi. All'interno sono conservati dipinti del XV° secolo. Cena e  pernottamento in hotel.

2° giorno. Mattino: incontro con la guida. Visita del complesso romanico di Arsago Seprio, esemplare insieme di edifici religiosi di grande interesse archeologico ed artistico. Le testimonianze più affascinanti sono rappresentate dalla chiesa di San Vittore, dalla torre campanaria e dal battistero di San Giovanni, raccolti in una sorta di piccolo campo dei miracoli in stile romanico. Al termine proseguimento per Somma Lombardo sede dell’imponente Castello Visconteo edificato nel 1300 ca. Una curiosità: al suo interno è custodita la più grande collezione esistente di piatti da barba. Pranzo in ristorante. Pomeriggio breve sosta a Sesto Calende per la visita della Chiesa romanica di San Donato e proseguimento per Angera, città della  Rocca Borromea. Situata in posizione dominante  la Rocca è il più importante castello del Lago Maggiore. Al suo interno ospita  il Museo della bambola nel quale sono esposte  oltre 1.000 bambole e oggetti aventi in comune il tema del gioco e dell'infanzia. Visita alla rinomata distilleria locale con degustazione di prodotti tipici. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno. Mattino: incontro con la guida. Visita dell’Eremo di Santa Caterina del Sasso. Antico e suggestivo eremo a strapiombo sul lago Maggiore, conserva  importanti testimonianze pittoriche del ‘300. Dopo lunghi e complessi lavori di restauro e di consolidamento, il monastero è tornato ad essere meta turistica e religiosa. Pranzo in ristorante. Pomeriggio proseguimento per Casalzuigno. Visita della seicentesca villa Della Porta Bozzolo  detta anche la Favorita. Dal  1989, appartiene al FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano), che  ha provveduto al restauro, aprendola  al pubblico. Oltre alla villa e a una chiesetta, sono visitabili: i rustici con le scuderie, le cantine in cui è conservato il più grande torchio della Lombardia, la filanda e una ghiacciaia naturale ricavata da un'ampia grotta molto profonda. Il magnifico giardino all'italiana ricorda quello dell'Isola Bella  sul lago Maggiore. In serata cena tipica con intrattenimento musicale o crociera in battello con cena e serata danzante. Pernottamento in hotel.