17. TREVISO E LA MARCA GIOIOSA

TREVISO E LA MARCA GIOIOSA

Mattino: incontro con la guida e visita a piedi di Treviso. Attraverso Corso del Popolo, si arriva a Piazza dei Signori con il Palazzo dei Trecento e la Torre Civica. Si prosegue lungo il Calmaggiore per arrivare al Duomo; a seguire l'imponente cattedrale di S. Nicolò a fianco della quale si può ammirare la Sala del Capitolo dei Domenicani. La visita continua in Piazza S. Vito: sul retro si trova il caratteristico canale dei Buranelli costeggiato da un vicolo porticato. Poco lontano l'altra imponente chiesa romanico-gotica di S. Francesco e l'isolotto della pescheria su cui si affaccia Cà dei Carraresi, rinomata sede espositiva. Continuando nel nostro itinerario si raggiunge la preziosa Loggia dei Cavalieri. Al termine partenza per Castelfranco. Pranzo in ristorante tipico. Pomeriggio. Visita della città con l’antico borgo medioevale. Accanto alla piazza, una delle più belle di tutto il Veneto, sorge la Loggia del Grano (detta Paveion), costruita ai tempi della Serenissima. Si prosegue quindi per Piazza S. Liberale su cui affacciano il Duomo con la splendida pala del Giorgione, il Municipio, l'ex Monte dei pegni, ora Biblioteca civica, e la casa gotica conosciuta come Casa del Giorgione. Al termine partenza per Maser, dove si visiterà la famosa villa Barbaro Volpi, realizzata dal Palladio nel 1550 che contiene affreschi del Veronese e un curioso museo delle carrozze. Proseguimento per Asolo. Cena e pernottamento in hotel.

Mattino: incontro con la guida. Visita di Asolo, “Città dai cento orizzonti” cara a poeti ed artisti. L’antico borgo è sovrastato dalla poderosa Rocca medioevale. Dentro le mura, si raggiunge Piazza Maggiore con il Duomo, Villa Scotti-Pasini, e la Loggia del Capitano (fine XV° inizi XVI° sec.). Si prosegue con il Castello della Regina, dove è possibile visitare la torre dell'orologio, la torre mozza e la sala delle udienze. Ritornando verso il centro si incontrano dapprima la Casa di Eleonora Duse e successivamente la chiesa medievale di S. Caterina. Oltrepassata la Casa "longobarda" del primo '500, si raggiunge il convento e la Chiesa di S. Anna (XVI° sec.), con accanto il piccolo cimitero dove è sepolta Eleonora Duse. Il nostro itinerario prosegue per Possagno, patria del grande scultore neoclassico Antonio Canova. Nella piazza del paese sorge la sua casa natale, e la Gipsoteca costruita alla sua morte per ospitare il materiale proveniente dallo studio romano dell'artista. Pranzo in ristorante tipico. Pomeriggio. Visita di Bassano del Grappa. Attraversata dal fiume Brenta, ai piedi del massiccio del Grappa, la città è famosa per il suo ponte di legno coperto, chiamato Ponte degli Alpini e progettato dal Palladio. Passeggiata per le caratteristiche vie e piazze ricche di antichi palazzi e tempo libero per acquisti nei tipici negozi di ceramiche locali. Cena e pernottamento in hotel. (A seconda della stagione sarà possibile visitare anche la Cima Grappa ed il Sacrario dedicato ai caduti della Prima Guerra Mondiale).