12. LAGO DI COMO, INSEGUENDO RENZO E LUCIA

LAGO DI COMO, INSEGUENDO RENZO E LUCIA

 
1° giorno. Mattino: incontro con la guida e visita di Como, città da cui prende nome il lago. Di antichissime tradizioni, fu fondata dai romani ed attualmente è il centro vitale del territorio dove storia, arte, cultura, convivono con l’industria e il commercio in uno scenario al quale il lago, fornisce in ogni stagione, una cornice di singolare bellezza. La città di Como è inoltre famosa per le sue sete, uniche al mondo quanto a finezza e ad originalità. L’itinerario ha inizio da Piazza Duomo con la cattedrale, il Palazzo del Broletto e Piazza Verdi con i monumenti che ricordano varie epoche storiche (le mura medievali, il teatro neoclassico e la Casa del Fascio). Prosegue lungo Via Vittorio Emanuele, per raggiungere la Basilica di S. Fedele nella cui piazza sono conservati ancora oggi, molti elementi del suo importante passato. Pranzo in ristorante. Pomeriggio salita in funicolare a Brunate, posta a circa 1000 metri d'altezza, da cui si gode una spettacolare vista sul lago sottostante. Passeggiata sino al faro di San Maurizio dedicato al famoso fisico italiano Alessandro Volta. Al termine visita di una rinomata tessitura serica con possibilità di acquisto. Cena e pernottamento in hotel.  

2°giorno. Mattino: incontro con la guida, imbarco sul battello e partenza per la minicrociera. Le sponde del lago di Como sono bordeggiate da numerose ville settecentesche circondate da lussureggianti parchi che, con la loro regalità, testimoniano il fascino che questa zona ha saputo esercitare nel corso degli anni su pittori e poeti. Sono questi i luoghi dove Alessandro Manzoni ha ambientato il celebre romanzo “I Promessi sposi”. Pittoreschi paesi di case di pietra arroccate sulle sponde del lago, caratterizzano queste rive dall'aspetto incantato dove sembra che il tempo si sia fermato. Durante la navigazione, la guida illustrerà i punti più suggestivi che hanno reso celebre il Lario: Villa Olmo, Villa D'Este, Villa Erba, Villa Balbianello (proprietà del FAI)  e altre ancora. Sosta a Bellagio, dominata dall'imponente mole della Villa Serbelloni, posta nella parte alta del promontorio. Passeggiata tra caratteristici vicoli e suggestive scalinate su cui si affacciano interessanti negozietti. Pranzo in ristorante tipico. Nel pomeriggio proseguimento per Tremezzo con visita a Villa Carlotta e al suo celebre giardino botanico. Rientro in autobus. Cena e pernottamento in hotel.