18. TREVISO, LE COLLINE DEL PROSECCO E LA SINISTRA PIAVE

TREVISO, LE COLLINE DEL PROSECCO E LA SINISTRA PIAVE

Mattino: incontro con la guida. Visita a piedi di Treviso. Attraverso Corso del Popolo, si arriva a Piazza dei Signori con il Palazzo dei Trecento e la Torre Civica. Si prosegue lungo il Calmaggiore per arrivare al Duomo; a seguire l'imponente cattedrale di S. Nicolò a fianco della quale si può ammirare la Sala del Capitolo dei Domenicani. La visita continua in Piazza S. Vito: sul retro si trova il caratteristico canale dei Buranelli costeggiato da un vicolo porticato. Poco lontano l'altra imponente chiesa romanico-gotica di S. Francesco e l'isolotto della pescheria, su cui si affaccia Cà dei Carraresi, rinomata sede espositiva. Continuando nel nostro itinerario si raggiunge la preziosa Loggia dei Cavalieri. Al termine partenza per Nervesa della Battaglia con pranzo in ristorante tipico.

Pomeriggio. Attraversando la zona boscosa del Montello si arriva a Valdobbiadene, capitale del vino Prosecco e del Cartizze. Sosta in una cantina locale per la degustazione, quindi partenza per Follina sede della celebre Abbazia Cistercense e del suo bel chiostro. L’itinerario continua lungo la strada del vino bianco toccando Refrontolo, località nota per il suo medioevale “Molinetto della Croda”, antico mulino ad acqua perfettamente restaurato e inserito in una zona di rara bellezza. Si prosegue quindi per San Pietro di Feletto con la sua millenaria pieve che custodisce un notevole ciclo di affreschi in stile romanico bizantino. La tappa finale della nostra giornata è il monumentale Castello Brandolini a Cison di Valmarino: ritornato agli splendori di un tempo grazie ad un restauro sapiente ed amoroso, oggi il castello ospita un elegante hotel. Cena e pernottamento a Castelbrando. 

Mattino: incontro con la guida. Partenza per Vittorio Veneto, formata dalle due antiche cittadine di Serravalle e Ceneda. Qui si concluse nel 1918 la Prima Guerra Mondiale. Visita dell’antico borgo di Serravalle, che conserva intatto l’aspetto medioevale di chiara impronta veneziana. Al termine partenza per Conegliano, città dal volto signorile che consentirà di ammirare interessanti testimonianze artistiche. La visita inizia dalla storica Piazza Cima con il neoclassico Teatro Accademia e prosegue con via XX Settembre, arricchita da eleganti palazzi affrescati. Continua con il loggiato della Scuola S. Maria dei Battuti (XIV° sec.), che funge da facciata al Duomo (1354) sul cui altare troneggia una pala del Cima. Sul colle il Castello di età romanica. Dalla torre, si può ammirare un panorama che si estende nelle giornate nitide fino a Venezia e alle Dolomiti. Del sistema fortificato, sono visibili diverse torri tra cui quella della Guardia e tratti delle mura ancora oggi ben conservate. Pranzo in ristorante tipico. Pomeriggio partenza per Oderzo nel cui centro storico furono rinvenute nel 1800, testimonianza dell'antica Opitergium romana; da allora varie campagne di scavi hanno portato alla luce mosaici, pavimentazioni e fondamenta, necropoli, terme e banchine di un molo fluviale. Visita della città e del museo. Al termine proseguimento per Portobuffolè, suggestivo centro fortificato della bassa pianura trevigiana, che fu teatro della storia d’amore tra Tolbero e Gaia Da Camino, citata da Dante nella Divina Commedia. Cena e pernottamento in hotel.